DECONTAMINAZIONE CHIMICA.

L’azione di prelavaggio e lavaggio non riescono a rimuovere tutti i contaminanti presenti sulla carrozzeria.
Alcuni di essi, come le particelle di ferro e catrame, hanno la capacità di penetrare nei pori della vernice e necessitano quindi di un’azione specifica per ottenere una superficie perfetta.

 

DECONTAMINAZIONE PARTICELLE FERROSE/RUGGINE.

  1. Spruzzare un decontaminante ferroso come D1 Iron (diluito 1:1-1:2) o Adam's Iron Remover sulla superficie in modo omogeneo.
  2. Lasciare agire il detergente.
    Il cambio di colore del prodotto è il segno che il decontaminante sta effettivamente agendo sulle particelle di ferro presenti.
  3. Attendere circa 4/5 minuti e sciacquare abbondantemente con acqua, meglio se ad alta pressione evitando che il prodotto si asciughi sulla superficie.

 

DECONTAMINAZIONE COLLA E CATRAME.

  1. Spruzzare il prodotto D3 Tar o Wowo's Tar & Glue Remover sulla superficie in modo uniforme.
  2. Lasciare agire il detergente per 2 o 3 minuti.
    Le macchie di colla e/o catrame cominceranno a disgregarsi. Se lo sporco è persistente intervenire con un guanto o microfibra e lavorare il prodotto in modo delicato senza pressione.
  3. Sciacquare abbondantemente con acqua evitando che il prodotto si asciughi sulla superficie.

 

DECONTAMINAZIONE CALCARE O DA PIOGGE ACIDE.

  1. Spruzzare il prodotto DS Scale ( o in foam o pre diluito in uno spruzzino con acqua distillata) sulla superficie in modo uniforme, procedendo per sezioni.
  2. Utilizzare un guanto delicato come Innovacar Wash MittProfipolish Wash Mitte Deluxe, stendendo uniformemente il prodotto sulla superficie per facilitare la rimozione e lo scioglimento della sporco.
  3. Sciacquare abbondantemente con acqua, evitando che il prodotto si asciughi sulla superficie.

Consigli:

  • È importante che il prodotto non rimanga a lungo sui vetri.
  • È consigliabile usare il prodotto circa ogni 3 lavaggi come shampoo schiuma per il mantenimento del Sigillante (ad esempio SC1 Sealant o SC0 Hydro sealant).

 

 

E DOPO LA DECONTAMINAZIONE?

È il momento di utilizzare la clay bar!
La clay bar serve a rimuovere tutte quelle impurità che sono ancora presenti sulla superficie, anche se non visibili ad occhio nudo.
Nel caso di un semplice lavaggio potrebbe essere utile aggiungere uno strato di sigillante o cera (SC0, SC1 o Adam's Buttery Wax o una delle cere Wowo's), oppure usare un pulitore rapido (W1 Quick Detailer, Adam's Detail Spray o Wowo's Quick Detailer) per aumentare lucentezza ed intensità.

 

 

A COSA SERVE (E DOVE) USARE LA CLAY BAR.

Passare la clay bar sulla vernice permette di rimuovere tutte le impurità (e non di rimuovere graffi e segni dalla vernice, come spesso si pensa), presenti dopo il lavaggio.
Il risultato ottenuto sarà quello di una superficie perfettamente liscia.
La clay bar è utilizzabile su tutte le superfici lisce (vetro, fanali, cerchi e vernice lucida), da evitare sono invece superfici come guarnizioni, plastiche non verniciate e vernici opache.

 

QUANTO E QUANDO?

La clay bar dovrebbe essere utilizzata un paio di volte all’anno se si decide di proteggere l'auto con una cera dalla durata di qualche mese, o nel caso di problemi di pulizia particolari sulla vernice.
Un ottimo sistema per capire se la superficie ha bisogno di essere decontaminata può essere la prova del sacchetto:

  1. Eseguire il lavaggio della vettura.
  2. Munirsi di un sacchetto di plastica come quelli utilizzati in cucina per la conservazione degli alimenti da usare come “guanto”.
  3. Sfregare con i polpastrelli sulla superficie da analizzare.
  4. Se riscontriamo una superficie ruvida, è necessario agire con la clay bar!

 

CLAY BAR: COME.

  1. Scegliere la clay bar adatta.
    La clay bar heavy è la migliore soluzione nel 90% delle situazioni grazie alla sua capacità pulente.
    Esistono tuttavia casi, come per l’uso su vetture storico e con vernici particolarmente delicate, in cui un’azione più delicata clay bar soft è consigliabile. 
  2. Lavare ed asciugare il veicolo.
  3. Bagnare con il lubrificante (DL Lube o Adam's Detail Spray) ed appiattire la clay bar con le mani.
  4. Lavorare su piccole sezioni, circa 40 X 40 cm, nebulizzare il lubrificante per l’argilla sulla superficie di lavoro in maniera uniforme.
  5. Vaporizzare il lubrificante anche sulla clay bar e passarla delicatamente sulla superficie di lavoro con passaggi sovrapposti.
    In presenza di impurità particolarmente ostinate è possibile siano necessari passaggi ripetuti.
    Cercare di rimodellare l’argilla in modo da mantenere una superficie fresca ed asciutta.
  6. Continuare a lavorare sulla stessa area fino alla rimozione di tutte le impurità.
    Al raggiungimento di un risultato ottimale l’argilla scorrerà fluidamente sulla superficie.
  7. Rimuovere il lubrificante in eccesso con un panno in microfibra asciutto.
  8. Ripetere i punti da 3 a 6 finché l’intera auto sarà stata lavorata con l’argilla in modo appropriato.
  9. Terminato il lavoro riporre la clay bar e nebulizzarla con del lubrificante al fine di mantenerla morbida e flessibile.
  10. Procedere successivamente con un lavaggio rapido dell’auto prima della lucidatura o dell’applicazione del sigillante.

    N.B. non consigliamo di eseguire una decontaminazione meccanica (con l'utilizzo di claybar) dove l'auto risulti essere nuova o in ottime condizioni, in quanto si potrebbero creare dei micro graffi e aloni che porterebbero inevitabilmente ad una lucidatura per poterli rimuovere. In questi casi consigliamo di eseguire solo una decontaminazione chimica con decontaminante ferroso e un rimuovi catrame/colla/resina (eventualmente presente).